Recent Posts

domenica 7 maggio 2017

Cose strane che mi rendono felice: un vecchio bancone con tantissimi cassettini

Ho recuperato un vecchio bancone da calzolaio dal vicino, l'ho pulito e lucidato e adesso è il mio nuovo banco da lavoro 😀 ha tanti cassetti grandi e piccoli con innumerevoli scomparti, è stato amore a prima vista! Ci ho messo tutti i miei timbri, gli inchiostri, la carta, la stoffa... Lo adoro !


martedì 2 maggio 2017

Una foresta di zucchero filato: quaderno pastello

Sono arrivati i nuovi inchiostri pastello, li adoro! Avevo inciso questi timbri con gli alberelli da un po' ma aspettavo i colori giusti .. per disegnare una foresta di zucchero filato sulla copertina di questo quaderno 😊
E ora che ho una piccola-grande vecchia-novità riguardo ai miei timbri (vedrai presto), sono ancora più entusiasta del lavoro.. scegliere, comporre, immaginare, disegnare, incidere.. può sembrare semplice realizzare e decorare un quadernino, ma dietro c'è artigianato e cratività veri 😃


sabato 22 aprile 2017

Non ti scordar di me (e delle orecchie di topo)

Il Nontiscordardime ha un nome bellissimo, oltre che un colore meraviglioso.. ma la sua denominazione botanica, Myosotis, è molto buffa: significa in greco "orecchie di topo"!! Per le tue orecchie invece va bene il nome romantico: gli orecchini minuscoli coi Nontiscordardime in argilla dipinta a mano.


mercoledì 12 aprile 2017

Cosa c'è dentro un oggetto fatto a mano?

I taccuini botanici sono fatti interamente a mano: taglio della carta, rilegatura cucita con filo di cotone, decorazione della copertina con timbri incisi a mano.
Cosa significa questo? Che c'è veramente tanto amore dentro, e tempo, e passione: quando li userai percepirai di avere in mano un prodotto di valore, che racchiude tutte queste cose. Se lo regalerai, assieme all'oggetto donerai tutto ciò 💛


lunedì 10 aprile 2017

Novità primavera estate: le collane con foglioline doppie

Ancora novità primaverili: le collane con foglia doppia, sempre in argilla speciale con gesso e fibra di carta, catenina sottile in metallo.
Sono dipinte con colori ad olio in due tonalità: bianco e verde chiaro, oppure terracotta e verde brillante. Non dovrei dirmelo da sola, ma le adoro! 😍
Le collane foglie sono sbarazzine e parlano già un po' di estate ..


mercoledì 5 aprile 2017

Il fiore più semplice e la grande fantasia dei botanici: la margherita, "fiore bianco"

Ho deciso di creare delle piccole novità ancora più primaverili, questa volta -attenzione attenzione- senza foglioline! Bè niente di strano però, sono fiori 😊 dei micro orecchini dipinti a mano coi pastelli ad olio. Queste sono le margherite, ci sono lilla e rosse, e nello shop trovi anche il myosotis, il tenero Nontiscordardime. 🌼

La margherita è il fiore più semplice, molto probabilmente se ti dicono "fiore" pensi subito e istintivamente a lei. E' vero? Perchè è un po' l'archetipo del fiore: un centro giallo, petali attorno simmetrici, gambo dritto e foglie piccine. La vedi dappertutto, cresce spontanea nei prati, e fin da bambina la conosci, la cogli, ci fai ghirlande o giochi a "m'ama - non m'ama".
Io ci sono affezionata, proprio perchè è umile ma bellissima nella sua essenizalità: ha tutto quello che serve, niente di più, niente di meno.
Anche il suo nome è così semplice da essere quasi ovvio: Leucanthemum, il termine botanico, deriva dal greco e significa - pensa un po' - fiore bianco 😀.


giovedì 30 marzo 2017

Calendula: se non ci fosse bisognerebbe inventarla. Ricetta curativa.

La calendula.. se non ci fosse bisognerebbe inventarla. Ma ci ha già pensato la natura, come sempre! I suoi fiori hanno molte proprietà curative e non possono proprio mancare nella piccola erboristeria di casa: antisettiche, atringenti, combattono infezioni, irritazioni gastriche; migliorano la circolazione, aiutano a cicatrizzare le ferite e le scottature e a curare i disturbi della pelle. Ad esempio un olio in cui si fa macerare calendula, achillea millefoglie, lavanda e piantaggine è un utile pronto soccorso per piccoli tagli ed escoriazioni, anche per i bambini che hanno sempre un ginocchio o un gomito sbucciato da qualche parte (il che va anche bene, vuol dire che corrono e si divertono 😄).


  • 150 grammi ciascuno di fiori e foglie di achillea millefoglie, petali di calendula, fiori di lavanda, foglie di piantaggine
  • 250 ml di olio di cocco


Lava e asciuga le erbe fresche, ponile in un barattolo di vetro e ricopri con l'olio di cocco caldo. Chiudi bene, metti al sole a riposare per 3 settimane agitando di tanto in tanto. Trascorso il tempo di riposo filtra l'olio con un colino o una garza e travasalo in bottigliette che conserverai al fresco.
Usalo su tagli, sbucciature, escoriazioni per fermare l'emorragia, calmare il dolore e prevenire infezioni.*

Allora prova a piantare un po' di calendula, è anche bellissima e decorativa!

Nella foto c'è il braccialetto fogliolina in uno dei nuovi colori primavera: bianco e giallo; l'ho fatto anche in azzurro.



* Ricetta tratta da "Piccola erboristeria domestica" di Anne McIntyre, Terre di Mezzo Editore.